Corona virus: come comportarsi con i bambini molto vivaci in casa

Tratto da IRCCS

a cura di: Dott.ssa Rita Brancaglione – 335306048-

I terapisti della riabilitazione dell’Ospedale Bambino Gesù hanno preparato alcune proposte di gioco che facilitano l’autoregolazione, in particolar modo nei bambini più vivaci 

NUOVO CORONAVIRUS: COME STIMOLARE L’AUTOREGOLAZIONE A CASA IN 11 ATTIVITÀ
In questo periodo siamo costretti a rimanere in casa per evitare il contagio. Il cambiamento del ritmo quotidiano ha ripercussioni su grandi e piccoli che mostrano maggiori segni di irrequietezza e si annoiano facilmente.
Gli spazi limitati e la presenza di tempi meno scanditi, infatti, contribuiscono a diminuire la capacità di autoregolazione del bambino, esasperandone spesso i comportamenti motori e comunicativi.
In particolare, i bambini più “vivaci” possono presentare molte difficoltà ad adattarsi alle nuove abitudini.

CHE COS’È L’AUTOREGOLAZIONE
La capacità di autoregolazione consente di organizzare i pensieri, le emozioni e, di conseguenza, il nostro comportamento.
Ci permette di controllare le nostre azioni scegliendo le risposte più adatte all’ambiente in cui ci troviamo e all’obiettivo che intendiamo raggiungere.
bambini più vivaci, o con vere e proprie difficoltà in tal senso, possono mostrare spesso comportamenti “inadeguati”.
Per esempio, possono correre o gridare in posti in cui non è possibile farlo, come a scuola, o fare giochi pericolosi in casa o al parco.
Ma sono spesso anche più sensibili alle distrazioni, non riuscendo a concentrarsi sufficientemente su un’attività cognitiva, come un gioco con le regole o i compiti di scuola, o semplicemente il racconto di una storia o una conversazione.      

COME POSSIAMO FAVORIRNE LO SVILUPPO
Esistono numerose attività e giochi divertenti che stimolano l’autoregolazione e che possono essere svolte a casa, utilizzando materiali facili da trovare.
Per rendere i giochi più divertenti e motivanti è possibile coinvolgere tutti i membri della famiglia, proponendo delle vere e proprie gare nelle quali le squadre vengono costantemente cambiate.
Obiettivo comune è divertirsi imparando, stimolando la fantasia dei bambini. I genitori potrebbero infine prendere questo periodo anche come un’opportunità per migliorare il nostro modo di stare in famiglia, di giocare e lavorare con i nostri bambini!
Le attività proposte, sono utili e divertenti per tutti i bambini. Inoltre i bambini molto vivaci o che hanno veri e propri disturbi del comportamento, come per esempio il deficit di attenzione e iperattività se ne possono giovare in modo particolare.
I terapisti della riabilitazione dell’Ospedale Bambino Gesù hanno preparato alcune proposte di gioco che facilitano l’autoregolazione specie nei bambini più vivaci.
Ma spazio alla fantasia di ciascuno!

1) TIRO AL CESTELLO
Materiale necessario: 
due palline colorate.
Cosa stimola: l’attenzione e la capacità di controllare la risposta impulsiva.
Come si gioca: prendete due palline di colore diverso (es. rosso e giallo).
Quando dite al bambino: “ROSSO” dovrà lanciare la pallina GIALLA nel cesto, viceversa quando dite “GIALLO” dovrà lanciare la pallina ROSSA.
Per rendere il gioco più difficile potete dire delle cose rosse (es. mela, fragola) e delle cose gialle (es. sole, stelle, limone).
Al comando “FRAGOLA!” il bambino lancerà la pallina gialla, al comando “LIMONE!” lancerà la pallina rossa.

2) IL GATTO E IL TOPO
Materiale necessario:
 due animali-giocattolo.
Cosa stimola: l’attenzione e la capacità di passare da un compito all’altro.
Come si gioca: scegliete con il vostro bambino due animali-giocattolo (es. gatto e topo) e decidete quali dei due è “BUONO” e quale è “CATTIVO”.
Date poi dei comandi motori (es. toccati il naso, fai un salto, manda un bacio, toccati le orecchie ecc.) e spiegate al bambino che se questi comandi vengono detti dall’animale “BUONO” deve svolgerli, se invece sono detti dall’animale CATTIVO non dovrà farli.

3) IL MARE E LA TERRA 
Materiale necessario: 
due cartoncini bianchi, un pennarello verde e un pennarello blu.
Cosa stimola: la capacità di passare da un compito all’altro.
Come si gioca: con il pennarello verde disegnate su un cartoncino un’isola e con il pennarello blu disegnate sull’altro cartoncino il mare.
Quando direte la parola “TERRA” il bambino dovrà battere la mano sul cartoncino con l’isola, quando direte la parola “MARE” il bambino dovrà battere la mano sul cartoncino con il mare.
Una volta compreso il gioco, potete renderlo più difficile elencando una serie di animali che vivono sulla TERRA o nel MARE.
Quando il bambino sentirà un animale che vive nel MARE esempio una BALENA dovrà battere la mano sul cartoncino raffigurante l’isola, viceversa quando sentirà un animale che vive sulla TERRA per esempio GATTO dovrà battere la mano sul cartoncino raffigurante il mare.

4) PICCOLI ARCHITETTI
Materiale: costruzioni, un telo/fazzoletto.
Cosa stimola: la memoria e  la capacità di organizzazione di un compito.
Come si gioca: posizionate su un tavolo le costruzioni di uguale dimensione e colori diversi.
Il bambino si fingerà un architetto e dovrà costruire una torre secondo precise istruzioni.
Dunque, mostriamo al bambino una torre con 3 colori (es. ROSSO-BLU-VERDE) e poi la copriamo col telo.
Chiediamo al bambino di costruire la stessa torre, rispettando l’ordine dei colori oppure (dai 6 anni in su) invertendolo. Per aumentare la difficoltà del gioco possiamo aumentare il numero di costruzioni.

5) MAGIA-MAGIA
Materiale: 
un panno ed altri oggetti di uso comune (es. pettine, tazza, forchetta ecc.).
Cosa stimola: l’attenzione e la memoria.
Come si gioca: prendiamo 4 oggetti di uso comune e li mostriamo al bambino.
Spieghiamo che una magia farà scomparire uno degli oggetti. Il compito del bambino sarà scoprire quale oggetto è sparito.
Dunque, con il panno copriamo gli oggetti, chiediamo al bambino di chiudere gli occhi e sfiliamo uno di essi nascondendolo dietro la schiena.
A questo punto, chiediamo al bambino di aprire gli occhi, togliamo il panno e gli chiediamo quale oggetto è scomparso.
Per aumentare la difficoltà del gioco, possiamo usare più oggetti o far sparire più di un oggetto.

6) FILASTROCCHE MATTE
Materiali: 
nessuno.
Cosa stimola: l’attenzione, la memoria e la capacità di svolgere due azioni contemporaneamente.
Come si gioca: troviamo una filastrocca che il bambino conosce già a memoria.
Chiediamo al bambino di recitare la filastrocca e, allo stesso tempo, battere le mani prima sul tavolo e poi davanti a sé, senza fermarsi.
In questo modo, dovrà controllare contemporaneamente l’attività motoria e quella verbale.

7) AVANTI UN ALTRO!
Materiali: nessuno.
Cosa stimola: l’attenzione, la capacità di controllare la risposta impulsiva (ovvero quella giusta) e la memoria.
Come si gioca: spieghiamo al bambino che stiamo organizzando un quiz dove vince chi sbaglia più risposte.
Quindi, poniamo delle semplici domande a cui il bambino dovrà rispondere in maniera scorretta per riuscire a vincere (es. “è più grande l’elefante o il gatto”, risposta giusta: “gatto”).

8) SALTA TUTTO!
Materiali: nessuno.
Cosa stimola: l’attenzione, la capacità di controllare la risposta impulsiva.
Come si gioca: spieghiamo al bambino che dovrà fare l’esatto opposto di ciò che diciamo.
Iniziamo con due sole azioni (seduto/in piedi). Quando diciamo “in piedi” il bambino dovrà sedersi, quando diciamo “seduto” dovrà mettersi in piedi.
Successivamente, possiamo aggiungere altri comandi (braccia aperte/braccia chiuse; mani su/mani giù; un passo avanti/un passo indietro e così via) ricordando sempre al bambino che dovrà fare…tutto il contrario!

9) PICCOLI CUOCHI
Materiali: 
alimenti.
Cosa stimola: l’attenzione, la capacità di organizzazione, la memoria.
Come si gioca: coinvolgere il vostro bambino nella preparazione di ricette dolci/salate (es. panini, torte, pizza,frullati) elencando 3 ingredienti per volta e chiedendo al bambino di utilizzarli nello stesso ordine richiesto.
Esempio: preparazione di un panino “Prendi un pezzo di prosciutto, poi il formaggio e poi l’insalata”.

10) PISTAAA!
Materiali: 
macchinine e cartoncini.
Cosa stimola: l’attenzione, la capacità di regolare il comportamento, la memoria, la capacità di organizzazione.
Come si gioca: costruite insieme al vostro bambino una pista con tante caselle.
Posizionate la macchinina sulla casella del VIA. Spiegate al bambino che dovrà avanzare di una casella quando sentirà il nome di un MEZZO DI TRASPORTO e indietreggiare di una casella quando sentirà il nome di un COLORE.
A questo punto elenchiamo una lista di parole esempio CHIAVE-MOTO-PALLA-CANE-VERDE….e continuate finché il bambino avrà raggiunto il traguardo.

11) MEMO-TWIST
Materiali:
 cartoncini colorati, cartoncino bianco, nastro adesivo.
Cosa stimola: l’attenzione, la capacità di regolare il comportamento, la memoria, la capacità di organizzazione.
Come si gioca: ogni giocatore ha davanti a sé un cartoncino bianco, attorno al quale vengono attaccati con il nastro adesivo i cartoncini colorati (devono essere gli stessi per ogni partecipante).
A turno, ciascun giocatore batte le mani sui cartoncini colorati seguendo una specifica sequenza (es. BLU-GIALLO-ROSSO). L’avversario dovrà ricordare e ripetere la stessa sequenza per riuscire a vincere!