Categorie
Life&Mind

Popolo ribelle:

tratti di coloro che sfidano le regole

1. Stanno male con l’autorità

La vita quotidiana li costringe a vivere secondo le norme dettate da certe autorità (per il semplice fatto di vivere in uno Stato) ma lo fanno male. Ciò significa che queste regole sono spesso infrante  .

In breve, più una persona è ribelle, più tenderà a mettere in discussione le norme e le regole che gli altri considerano come qualcosa di naturale e inalterabile. Nel bene e talvolta nel male, questo può condurre a comportamenti considerati dirompenti. Il risultato è che sono più propensi a scontrarsi con l’autorità, dal momento che considerano che buona parte delle regole sono non giustificate

2. Predisposizione creativa

Le persone ribelli non devono essere abili in nessuna delle arti, ma hanno una predisposizione per essere creativi, anche se è una piccola forma di creatività. Ad esempio, usano spesso oggetti con scopi diversi da quelli per cui sono stati progettati.

3. Rifiutano le etichette

Per i ribelli ci sono fenomeni della vita che non meritano di essere limitati a una poche parole. L’uso di queste formule linguistiche serve a comunicare e capirci meglio, ma in cambio, Limitiamo il significato di ciò che vogliamo veramente esprimere . Ecco perché preferiscono esprimersi in altri modi per comunicare certe cose, come, frequentemente, il rapporto che hanno con una persona.

4. Rifiutano la monotonia

La monotonia che è così diffusa nella società odierna è dovuta alla semplice consuetudine, o obbligo. Questo rende alcune persone ribelli , dal momento che, per prima cosa non devono accontentarsi di fare sempre le stesse cose .

5. La sua vita è basata sull’apertura, non sulla trasgressione

Il senso della vita delle persone ribelli non si basa sulla trasgressione delle regole per il semplice fatto di farlo. Se è così, questa sarebbe una falsa ribellione basata sulla reazione a ciò che accade. In ogni caso, la sua concezione di cosa significa vivere è più ampia di quella del resto dei membri della società: non vogliono chiudere nessuna porta se non c’è una buona ragione per farlo.

6. Rifiutano la competitività

L’ idea di dover competere costantemente con gli altri li induce a rifiutare una logica che porta ad entrare in un circolo vizioso di lavoro , legandoli a una dinamica che è totalmente al di fuori del loro controllo.

Vedono la competitività come una norma indiretta , con cui le persone cercano di adattarsi il più possibile a ciò che ci si aspetta da loro, in modo che il risultato sia la soddisfazione di alcune regole che nessuno ha scelto.

7. Non agire secondo le aspettative degli altri

Cosa pensano gli altri delle persone ribelli non fa che questi ultimi adattino il loro modo di essere nella società , dal momento che rifiutano l’idea di qualcuno che definisce dall’esterno ciò che dovrebbe essere.

8. Non giudicare gli altri inutilmente

Allo stesso modo in cui godono della propria autonomia, di persone ribelli evitano di esprimere giudizi di valore su decisioni molto personali prese da altri su come dirigere le loro vite.

9. Non si sentono in colpa per non adattarsi all’estetica dominante

Le apparenze dicono molto, ma ciò non fa vacillare l’autostima delle persone ribelli quando decidono di non conformarsi a questi criteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.